Cover di "Pensieri Minimi e Massime" di Emanuele Marcuccio

Pensieri Minimi e Massime

Prefazione di Luciano Domenighini, Postfazione di Lorenzo Spurio, con una nota di "Introduzione alla poesia", a cura dell'Autore, Photocity, Pozzuoli, 2012, pp. 47, ISBN: 9788866822400.

La stragrande quantità degli aforismi riflettono [...] sulla scrittura e la letteratura e -non è difficile intuirlo- in maniera particolare sulla poesia. Ben quarantotto di ottantotto aforismi parlano di poesia, di come essa nasca, dell’ispirazione, di come avviene il processo di scrittura, delle influenze, dell’importanza dei classici, dell’uso della punteggiatura. Sommati assieme, si configurano come un manifesto della poetica marcucciana con principi, idee, tecniche e quant'altro. [Lorenzo Spurio, Un infaticabile poeta palermitano d’oggi: Emanuele Marcuccio, Photocity, 2013, p. 35] 

[I] semplici aforismi di Marcuccio inducono il lettore, proprio facendo leva sulla loro struttura apparentemente innocua, alla riflessione, al voler ritornare più volte su frasi brevi, scarne, dirette, raramente articolate, non bisognose di esegesi acuminate, ma al tempo stesso “banalmente disarmanti” grazie a un meccanismo assiomatico che diviene catarsi. [...] Aforismi che sottolineano necessità apparentemente scontate; aforismi da ripercorrere, per non lasciarsi ingannare dalla loro semplicità e dalla nostra distrazione di cittadini già saturi di segni sintetici [...] [Michele Nigro, Su Pensieri Minimi e Massime (2012) di Emanuele Marcuccio, in Il Guastatore. Quaderni Neon - Avanguardisti, (anno V, N. 1), Limina Mentis, 2017, p. 78]